Post

Visualizzazione dei post da 2016

Cronache marziane – Ray Bradbury

Immagine
Traduzione di Giorgio Monicelli Mondadori 271 pagine
Non ho mai letto molto di fantascienza, è un genere di cui non mi sono interessata in pratica fino a H. P. Lovecraft. Procedo quindi a piccoli passi. Sono racconti ma non lo sono. Questo perché sono tutti collegati in qualche modo e si capisce che fanno parte di un insieme più grande. Non sarebbe di certo la stessa cosa leggerli singolarmente ogni tanto. Perciò più che una raccolta d racconti mi sembra un romanzo-racconto.
Nel 1999 per l’uomo viaggiare nello spazio è quasi come andare a fare una gita fuori porta ed inizia perciò a cullare l’idea di esplorare e colonizzare altri pianeti. La prima scelta ricade su Marte che in quest’anno è prontamente raggiunto, e poi così in seguito anche negli anni seguenti. Anno dopo anno, come sarà il rapporto dell’uomo con questo “nuovo” pianeta e i suoi abitanti? Questo libro ce lo racconta.
Il primo impatto con questi marziani è interessante, simili e diversi allo stesso tempo. Uno scontro tra cultur…

Buone Feste

Immagine
Quest’anno dicembre è volato in un soffio, e si che il Natale è stato annunciato con largo anticipo. Oso dire, se ben ricordo, che le prime avvisaglie sono comparse in ottobre. Ciononostante sembra che nastri, luci, alberi e profumi invitanti non siano stati sufficienti a farmene rendere conto… Eccomi qui quindi a cinque giorni dal Natale a chiedermi come abbia fatto arrivare fino a questo punto con tanta noncuranza.
Che sia Natale o Pasqua, i libri non sono mai abbastanza ed io come tanti sono sempre alla ricerca di qualcosa d’interessante. In questo clima festoso io adoro leggere gialli e soprattutto quelli ambientati in queste atmosfere. Ho tra le mani un paio di titoli interessanti: Murder for Christmas, di Francis Duncan e Crimson Snow – Winter Mysteries, un serie di racconti vintage ambientati in inverno. Sono in inglese, ma a mio avviso non sono di difficile comprensione e perciò sono un’ottima occasione per un’incursione nella lingua inglese. Un’altra idea natalizia sono i Raccon…

Merry Christ…ie

Immagine
L’anno sta per finire ed io me lo stavo lasciando scappare… Quest’anno ricadeva il quarantesimo anno dalla scomparsa di Agatha Christie (il 12 gennaio per la precisione). Me tapina! Come ho potuto scordarlo! Tra l’atro l’anno scorso c’è stato il 125esimo dalla nascita…, ma facciamo finta di niente… ed oltretutto quest’anno è anche il 100esimo anniversario del completamento del primo giallo con Poirot (Poirot a Styles Court). Insomma, ogni occasione è buona per festeggiare.
La verità è che non ho mai badato molto alla nascita e alla morte degli scrittori, neanche i miei preferiti, ma si tratta sicuramente di una buona occasione per ripensare a chi ci ha dato così tanto. Ogni libro è un dono, un piccolo tesoro, ore di gioia, felicità, tensione, mistero, orrore, tristezza… ore di vita. Perciò questo post è semplicemente per lei, la regina del giallo. Con i suoi indimenticabili personaggi e le trame intricate ma ormai famigliari, mi ha fatto compagnia per anni. I suoi libri sono sempre un p…

Indios, cinesi, falsari – Le storie del mondo nel Rinascimento – Giuseppe Marcocci

Immagine
La Terza 193 pagine
La storia. L’unica vera testimone delle vicende di questo vasto mondo. Non dobbiamo però dimenticarci che, in fondo, è scritta da esseri umani. Con le loro mancanze, che finiscono per trasmettere inevitabilmente ai testi che scrivono, sia per errore sia deliberatamente. In ogni caso, essa rimane una materia fondamentale trattata in tutte le epoche, tra le quali il Rinascimento. Com’era trattata dagli storici contemporanei? Un tempo così ricco di scoperte e novità, dove gli orizzonti del mondo continuavano ad espandersi per quanto provassero a raggiungerli. Scoprendo popoli e realtà lontani dalla quotidianità di un europeo. Tra una conquista e un’evangelizzazione, la rivelazione dell’esistenza di genti mai viste prima, con le loro usanze e il loro passato, scosse non poco gli abitanti del vecchio continente. Vivevano a chilometri e chilometri di distanza, parallelamente a loro e in una terra sconosciuta. E cosa più importante, non ve ne era menzione nei testi antichi o…