Luminarie

C’è l’albero pieno di decorazioni, ci sono gli addobbi natalizi per tutta la città, ci sono dolci a tema e tante altre leccornie che ci tentano da ogni vetrina, le luci sembrano abbellire il cielo così sospese in aria. Sembra esserci tutto. Aspettate! Manca qualcosa! Il freddo! Non dico la neve, sarebbe chiedere troppo, ma almeno un po’ di vento sferzante che taglia le guance. Il gelo che penetra nelle ossa fin sotto la giacca di piumino. Combattere con la sciarpa per non lasciare all’aria neanche uno spiraglio e poi, finalmente, entrare in un posticino caldo e sentire le guance che si arrossano. Che delizia. Le gioie dell’inverno sono sempre ben accette, quale scusa migliore della stagione fredda per rannicchiarsi sul divano con un libro e una tazza di tè (o perché no, di cioccolata)?
Purtroppo quest’anno i brividi si stanno facendo aspettare ma non perdo la speranza di uscire una mattina di casa, per poi dover rientrare subito per coprirmi di più. Nell’attesa mi godo l’atmosfera natalizia sempre più pompata che ormai da mesi (sigh!) si fa largo in ogni dove. Devo ammettere che io adoro il Natale, ma non ad ottobre…

Dare consigli libreschi a tema non è facile ed io, nonostante provi un certo fascino verso i racconti natalizi, non ne ho mai davvero letti o almeno nessuno degno di essere ricordato. Spero un giorno di trovare il libro di Natale perfetto per me. C’è poco che mi sento di raccomandare. Si tratta della maestra del giallo, Agatha Christie, e il titolo è Il Natale di Poirot. Tre giorni prima della grande festa il mio investigatore preferito viene invitato da un ricco signore di nome Simon Lee a passare le feste a casa sua. Naturalmente vuole ingaggiarlo e, benché Poirot non sembri particolarmente tentato, il fatto che il riscaldamento di casa sua abbia smesso di funzionare spinge l’omino belga ad accettare. Un’avventura gustosa da leggere tutta di un fiato in un tranquillo pomeriggio.
Ci sono poi ovviamente i film di Natale, una caterva. Non ne conosco molti, ma tra quelli che ritornano ciclicamente sul mio schermo ci sono: The family man, Mamma ho perso l’aereo (1 e 2), A Christmas Carol, Il Natale di Poirot, Nightmare before Christmas.


Non mi resta che una cosa… Buone feste a tutti!!!




Commenti

Post popolari in questo blog

L’ambiguo malanno – Condizione e immagine della donna nell’antichità greca e romana – Eva Cantarella

Il profeta dell’incubo – Il ciclo del sogno – H. P. Lovecraft

Amleto – William Shakespeare