Addio, Miss Marple – Agatha Christie

Traduzione di Diana Fonticoli - Mondadori

Continua questo mese di Aprile la #readchristie2020 ed io proseguo con piacere.

A story Christie disguised


Per quest’occasione ho scelto il libro consigliato dal sito della @officialagathachristie.

Ho scelto di affidarmi a loro perché, a dire la verità, non sapevo davvero cosa scegliere. Il tema è, se traduco correttamente, una storia che la Christie ha travestito. Cioè, mi sembra di capire, una storia nella quale lei ha nascosto qualcosa al lettore, che fosse un processo creativo oppure la pubblicazione del libro sotto pseudonimo.

In questo caso il mistero/travestimento/non so cosa, sta nel fatto che la Christie scrisse questo libro ben prima di pubblicarlo (ventisei anni) e che la protagonista non sarebbe dovuta essere necessariamente Miss Marple. Tra i candidati c’erano, infatti, anche Poirot e la coppia formata da Tommy e Tuppence (della quale non so niente). 

Attenzione, voglio fare uno spoiler per quelli come me che hanno frainteso il titolo. In questo volume la cara vecchietta non muore, semplicemente è la sua ultima avventura.

Ora che abbiamo tirato tutti un sospiro di sollievo veniamo alla storia.

Trama


Una giovane coppia decide di trasferirsi in Inghilterra dalla Nuova Zelanda e la sposa precede il marito per occuparsi della ricerca di una casa dove vivere.
Gwenda Reed gira molti paesi, infatti, non hanno in mente un luogo preciso dove stabilirsi, e alla fine trova una casa nella quale si sente a suo agio e riesce a immaginare la sua vita col marito. Procede con l’acquisto e inizia a sistemarcisi.
Non passa molto tempo però che strani ricordi iniziano a riaffiorare nella sua mente, quella casa è fin troppo familiare. Finisce così per ricordare di aver visto un cadavere di donna in anticamera.
Quando accadde? E com’è possibile, visto che è la prima volta che mette piede in Inghilterra? Chi aiuterà lei e il marito a far luce su questo mistero?
So che sapete già la risposta, Miss Marple metterà il naso anche in questa storia e aiuterà i due a indagare su un mistero vecchio diciotto anni.

Il giorno successivo le fu presentata zia Jane, cioè Miss Marple. Era una bella vecchietta alta e sottile, con le guance rosee e gli occhi azzurri, dai modi gentili. Il suo sguardo era spesso malizioso. 

Leggere questo giallo della Christie è stato un vero piacere perché non l’avevo mai letto quindi è stato una vera sorpresa fino alla fine (io non indovino mai il colpevole…).

Che dire, la storia scorre bene, Miss Marple è simpatica e un po’ impicciona come sempre, il mistero ben costruito. Mi è sembrato uno dei romanzi buoni della regina del giallo e un buon modo di concludere le avventure della vecchietta più perspicace d’Inghilterra.

E ora a voi. Cosa avete scelto per questo mese e avete capito bene il tema?

Commenti

Post popolari in questo blog

L’ambiguo malanno – Condizione e immagine della donna nell’antichità greca e romana – Eva Cantarella

Il profeta dell’incubo – Il ciclo del sogno – H. P. Lovecraft

Amleto – William Shakespeare